Prossimi eventi

Green Re-Lake

Verde Natale - VERDE lago

Data: 21 Dec 2022

Incontri e Corsi

Cos'è

Verde Natale: Fondazione Volta e le realtà del territorio
Dal 3 al 24 dicembre 2022

Luogo

Motonave Volta, lungo Lario Trieste 62 - Como

Orari

Data: 21 Dec 2022

Dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Descrizione

Dal 3 al 24 dicembre 2022 Fondazione Alessandro Volta propone la seconda edizione di Verde Natale, un calendario di eventi diffusi nella città di Como e in periferia che desidera immergere i cittadini in una calda e semplice atmosfera natalizia, con uno sguardo attento verso la riscoperta della tradizione e lo sviluppo di una cultura sostenibile.
Grazie alla collaborazione e alla sinergia con importanti realtà del territorio, passeggiando per le vie della città di Como le famiglie saranno coinvolte in numerose iniziative sostenibili per sensibilizzare ad una cultura basata sul rispetto e la salvaguardia della natura. I luoghi saranno popolati da elfi in bicicletta, Babbi Natale giocolieri e bande cittadine che animeranno le vie e coinvolgeranno i bambini.

Green Re-Lake
In collaborazione con Proteus Como e Mondovisione
In una location inedita e suggestiva come la motonave Volta Proteus Como organizza due pomeriggi di attività dedicate alle famiglie. Sul battello gli adulti potranno scoprire il progetto Green Re-Lake e assistere ad un video collegamento in diretta dal fondale del nostro lago; mentre i bambini saranno coinvolti dagli esperti di Proteus Como in un laboratorio dedicato alla fauna del lago, per conoscere le specie che lo abitano e le buone azioni da intraprendere per garantirne il futuro.
Il progetto Green Re-Lake
Proteus Como promuove il progetto Green Re-Lake, un’iniziativa all’insegna della sostenibilità che vede come protagonista proprio il nostro lago. La proposta consiste nel ripristinare e portare alla massima complessità ecosistemica possibile due aree sommerse litorali del lago, come interventi pilota di interventi a scala estesa a tutto il bacino lariano.
Per aumento di nutrienti e temperatura dell’acqua, combinato con la repentina variazione del livello del lago, la prima foresta di piante acquatiche sta subendo un processo di depauperamento in favore del fitoplancton. La desertificazione di piante acquatiche rende monotoni i fondali e diminuisce il numero di rifugi per i pesci litorali, che diminuiscono a loro volta di numero ed in ricchezza in specie. L’impoverimento di fauna e flora litorale porta ripercussioni sulle restanti zone di lago più centrali. Il lago, più povero di ambienti e specie diventa più fragile. E’ la situazione più critica nella quale gli impatti umani vengono sempre meno assorbiti.
L’azione contrastante necessaria è quindi favorire il processo di rivitalizzazione del fondo del lago come primo serbatoio di vita capace di riportare un ordine complesso in tutto il lago. Praticamente, si tratta di favorire l’attecchimento della foresta subacquea a piante acquatiche.
Come una sorta di “giardinaggio subacqueo” il progetto concretizza il ripristino del fondo del lago a patch diffusi, in più zone possibili, fino a completare un mosaico di spot sufficienti a ridonare al lago la sua complessità.